23 agosto 2017

I disastri del cuore, Kylie Scott | Recensione

Buongiorno!
Oggi vi parlo de I disastri del cuore, una novella scritta da Kylie Scott e arrivata in Italia lunedì. Io l'ho letta in inglese però, come nel caso degli altri libri letti in lingua ma già tradotti anche da noi, vi lascerò le info dell'edizione italiana.




Titolo: I disastri del cuore (or. Heart's a Mess)
Autore: Kylie Scott 
Anno prima pubblicazione: 2013 
Edizione italiana: Newton Compton Editori, 2017 
Genere: contemporary romance
Pagine: 63 







Trama
Violet ha una missione: rimettere in sesto la sua vita. O almeno quello era il piano. Andare a letto con il suo nuovo capo super sexy però è decisamente un errore. E non ha intenzione di ripeterlo. Alex ha un bar e dopo un divorzio tremendo ha finalmente ripreso in mano le redini della sua libido. Non ha nessuna intenzione di lasciarsi scappare l'oggetto dei suoi desideri. Possono avere una relazione senza che influisca sul loro lavoro. Certo che possono. Perché sicuramente non le metterà le mani addosso nell'ufficio sul retro, e decisamente non si metteranno a folleggiare in magazzino... Violet non vuole ripetere il passato, ma non è l'unica ad avere una missione.

Quando mi trovo di fronte a racconti e storie che si sviluppano in poche pagine, do sempre un occhio in più perché ho la convinzione che scrivere qualcosa di breve non sia per forza di cose più facile che buttare giù un romanzo di 200 o 300 pagine.
Se in quest'ultimo caso si dovrebbe stare attenti a catturare il lettore e mantenerne viva l'attenzione con una storia interessante e con personaggi che abbiano qualcosa da dire, senza trascurare la coerenza narrativa; nel caso di novelle e racconti il punto, secondo me, sta invece nel fare tutte queste cose in un tot di pagine limitatissimo. Come si fa a catturare il lettore o a delineare come si deve i personaggi, se si hanno a disposizione al massimo un centinaio di pagine?

Kylie Scott, che avevo apprezzato con la serie Stage Dive (pubblicata da noi sempre dalla Newton Compton), dimostra ne I disastri del cuore di saper fare tutto ciò.
La trama è molto semplice, l'ambientazione limitata e i personaggi che compaiono lungo la narrazione sono in tutto cinque o sei. Il tutto è però bilanciato e sviluppato in modo chiaro ed esauriente, regalandoci una storia brevissima ma che non ha niente da invidiare agli altri suoi romanzi.

La protagonista femminile, Violet, ha un personalità ben delineata ed uno stile particolare e definito; dopo alcune esperienze lavorative e sentimentali fallimentari, ha deciso di mettere la testa a posto: ha trovato un lavoro che adora e non vuole finire in un'altra relazione deleteria. Il protagonista maschile, Alex, è anch'esso delineato abbastanza bene, anche se inizialmente ho fatto un po' di fatica a scoprirne la personalità.
Il lato negativo è, però, che forse 60 pagine sono davvero troppo poche per affezionarsi ai personaggi.

Il libro contiene poi, secondo me, ottimo materiale per un vero e proprio romanzo, che riprenda anche le storie dei fratelli di Alex. Non l'ho ancora letta, ma so che una serie della Scott dovrebbe essere ambientata in un bar quindi, chissà, magari alcuni elementi sono confluiti lì.

Nonostante le dimensioni ridotte, non mancano le scene piccanti tipiche di questa autrice e il suo stile narrativo diretto e senza fronzoli.

Capitolo cover. Quando ho visto per la prima volta la copertina de I Disastri del Cuore, vi giuro, ho pensato che fosse una provvisoria. E invece no. Lo stile è quello degli altri libri, il che in sé andrebbe anche bene ma, oltre a non trovare queste cover per niente accattivanti, ogni volta sto a chiedermi che c'entrino con il libro in questione.

 

Livello medio/semplice. Presenza di alcuni termini gergali e modi di dire.




 VALUTAZIONE
Un'ottima prova in uno spazio ridotto.

* PUNTEGGIO *
7,5/10


 (punteggio minimo: 5 - punteggio massimo: 10)



Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento e mi farai felice. :)